Perché la cessione del quinto è considerata un prestito vantaggioso



Quando si va alla ricerca del prestito ideale, occorre scegliere tra una vasta gamma di prodotti offerti sia dagli istituti di credito che dalle società finanziarie, al punto che può essere un po’ complicato individuare la soluzione ideale.

Un tipo di finanziamento che si rivela spesso essere la scelta giusta, è la cessione del quinto, un prestito personale che viene restituito in rate mensili, il cui importo è pari al 20% del proprio reddito, pensione o stipendio, che corrisponde appunto alla misura di un quinto.

In sostanza, la cessione del quinto è un tipo di prestito che non richiede la motivazione della richiesta, può quindi essere utilizzato per spese personali, per acquistare un bene o un oggetto prezioso, per rimettere a nuovo la casa o per fare un viaggio: una volta ottenuta la somma desiderata, il richiedente potrà farne l’uso che desidera.

Il mercato finanziario offre finanziamenti restituibili con la cessione del quinto ai dipendenti e pensionati pubblici, con tassi di interesse piuttosto agevolati, e ai lavoratori e pensionati del settore privato. La possibilità di accedere a questo tipo di prestito si correla alla modalità di restituzione delle rate: vediamo perché.

Cosa significa esattamente cessione del quinto

La cessione del quinto, come abbiamo detto, è un prestito che si distingue dagli altri per le modalità di restituzione del debito. Le rate mensili, indipendentemente dall’entità del prestito e dalla durata del piano di ammortamento, sono pari alla percentuale del 20%, ovvero ad un quinto, del reddito mensile, che può essere lo stipendio o la pensione.

Inoltre, il pagamento avviene direttamente tramite detrazione in busta paga o dal cedolino pensione dell’importo delle rate. Si tratta sicuramente di un vantaggio poiché evita il rischio di dimenticanze o di ritardi, oppure di non avere disponibilità sufficiente sul proprio conto corrente.

Ma non solo: proprio in merito a questo meccanismo, la cessione del quinto non richiede la firma di alcun garante, poiché il reddito mensile stesso rappresenta una garanzia.

La cessione del quinto è infatti da considerarsi un ottimo prodotto anche in merito al fatto che le rate si mantengono sempre nella misura di un quinto del proprio reddito, evitando così il sovraccarico economico, con un piano di ammortamento che può arrivare anche a dieci anni.

Possibilità di richiedere importi piuttosto alti

La cessione del quinto permette di ottenere importi anche abbastanza considerevoli, circa 70mila euro e oltre, senza giustificarne la richiesta e senza necessità di disporre di garanzie, in tempi relativamente rapidi e con tassi di interessi convenienti.

Ottenere questo tipo di prestito non è difficile, ovviamente occorre disporre di un reddito mensile costante, come appunto una pensione, un posto di lavoro nel pubblico impiego oppure a tempo determinato.

Le modalità di restituzione del prestito, che rendono praticamente impossibile il mancato pagamento, permettono di accedere alla cessione del quinto anche ai soggetti che in passato hanno avuto situazioni di protesto. Allo stesso modo, questo prestito è accessibile nel caso in cui vi siano già altri finanziamenti attivi con la funzione di consolidamento debiti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.