La cessione del quinto



La cessione del quinto è un prestito personale, fra i più diffusi, che per mezzo della cessione di un quinto dello stipendio appunto come rata fissa mensile, consente l’accesso al credito fino a diverse decine di migliaia di euro, proprio grazie al fatto che le rate vengono automaticamente prelevate dalla busta paga, che abbinata ad un contratto a tempo indeterminato, dovrebbe poter garantire facilmente la copertura del denaro anche per cifre piuttosto elevate. Ovviamente possono richiedere questa tipoligia di prestito coloro i quali hanno un cedolino fisso, cioè sono dei lavoratori dipendenti o impiegati statali, e la durata massima non può superare 10 anni.



Sicuramente è possibile richiedere il denaro anche se si è stati protestati o si è iscritti in apposite banche dati, poiché se non ci sono eccessivi prelievi sul proprio stipendio, comunque si può garantire la restituzione all’istituto di credito o intermediario che elargisce il denaro. Si può ovviamente estinguere prima il debito qualora si venga in possesso della somma necessaria, e per coloro i quali sono stati assunti da poco tempo può essere possibile accedere alla cessione, allorchè l’importo richiesto non sia eccessivamente elevato e l’azienda per cui si presta servizio sia di dimensioni medio-grandi ed il contratto, naturalmente, sia a tempo indeterminato.