Quotazioni oro: continua il rialzo, le previsioni a medio termine

Continua la crescita delle quotazioni dell’oro. Dopo un periodo di forte calo, il valore del metallo ha ripreso a salire con una certa continuità, complice l’andamento dell’economia globale e delle decisioni degli organi di controllo.Ma è stata l’ultima conferenza stampa dello Yellen a decretare un nuovo rialzo del valore dell’oro. La Bce ha indicato, infatti, una nuova serie di provvedimenti volti a favorire l’economia dell’Eurozona ed i prestiti. A questa dichiarazione di intenti, le quotazioni dell’oro hanno risposto immediatamente con un nuovo incremento. E’ di oltre diciotto punti percentuali l’aumento del valore del metallo dall’inizio del 2016. Le prime settimane del nuovo anno sono state caratterizzate da una situazione economica non proprio favorevole che ha portato, indirettamente, ad un incremento delle quotazioni, dopo un lungo periodo di declino.

compro-oro-milano2-2

Ed è proprio nei periodi di maggiore contrazione dell’economia globale che il valore del metallo cominciano ad aumentare. Da sempre considerato “bene rifugio” per eccellenza, l’oro vede aumentare il valore, proprio in concomitanza di situazioni economiche e finanziarie difficili. Gli investimenti, infatti, si rivolgono in questo periodo verso investimenti più solidi e sicuri, come appunto quelli che interessano l’oro. Le ultime vicende relative all’economia globale, in una situazione di sempre maggiore incertezza, avrebbero potuto trascinare nuovamente al ribasso le quotazioni dell’oro, ma i provvedimenti della Banca Centrale, per ora, ha evitato questa evenienza. Leggi tutto “Quotazioni oro: continua il rialzo, le previsioni a medio termine”

Investimenti migliori a breve termine

Tutti vorrebbero investire pochi soldi oggi e averne guadagnati tanti domani, le pubblicità tendono a dire che è facile investire a breve termine e fare buoni investimenti, ma è vero tutto questo, è possibile che io con 10.000 euro oggi posso averne 11.000 domani, è così facile il mondo della finanza? Investire a breve termine e fare facili guadagni è una delle bugie più grandi che un promotore finanziario possa dire o che una pubblicità di una banca, di una finanziaria possano fare.

Investimenti

Investire denaro per guadagnare significa rischiare: meno si rischia il proprio capitale investito e meno si avranno guadagni; più si rischierà il proprio capitale investito più si guadagnerà, è la legge base della finanza. Naturalmente ci sono delle eccezioni, ci può essere un Signor Rossi che va in pensione, prende 50.000 euro di liquidazione, li spende tutti in azioni di una sconosciuta azienda e dopo un anno quei 50 mila euro sono diventati 100 mila, solo perchè quel signore ha investito i suoi 50 mila euro in un’azienda chiamata “Seat Pagine Gialle”, che da marzo 2015 a Marzo 2016 ha guadagnato (quasi) il 100% in un anno , ma sono pur sempre eccezioni che confermano la regola, infatti se il Sig. Rossi avesse investito la propria liquidazione in un’altra azienda, molto probabilmente non gli sarebbe andato così bene, visto che l’indice FTSE MIB è passato dai 22.930 punti ai 18765 di questi giorni in un anno. Leggi tutto “Investimenti migliori a breve termine”

Perché fare una visura PRA in caso di demolizione dell’auto

La visura PRA è un documento del Pubblico Registro Automobilistico che contiene i dati di una macchina e dei suoi precedenti proprietari.

visura PRA

A cosa serve

Può essere utile chiederla quando si vuole comprare un’auto usata, anche per verificare che su di essa non ci sia il fermo amministrativo: se non si fa questo controllo e il veicolo è fermato, prima di poterlo usare sarà necessario estinguere i debiti del precedente proprietario. Collegato al discorso del fermo amministrativo è anche quello della demolizione: se alla macchina sono applicate le ganasce fiscali, non potrà essere demolita prima che la somma dovuta sia pagata.

La rottamazione

Demolire un’auto è un’azione che comporta la sua cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico e dei costi che comprendono l’atto di demolizione in sé, lo smaltimento dei rottami, l’imposta di bollo, i guadagni dell’ACI e i costi di servizio. Leggi tutto “Perché fare una visura PRA in caso di demolizione dell’auto”

Forex: il grafico Intermarket

Il Forex è una branca operativa del trading online che permette di sperimentare un gran numero di strategie finanziarie. Va, comunque, detto che per avvicinarsi a tale attività occorre una solida preparazione di base incentrata, soprattutto, sulla conoscenza delle meccaniche regolatrici dei trend, e dei relativi sentiment, presenti all’interno dei molteplici asset merceologici mondiali. Senza queste competenze, il risultato finale non potrà che essere scarno, se non addirittura deficitario con la conseguente perdita di quel portafoglio di investimenti duramente elaborato per una mole di transazioni finanziarie degne di tale nome. Insomma, il Forex non va affatto sottovalutato.

Forex

Per evitare di commettere passi falsi, si può quindi ricorrere al supporto fornito dai broker online, piattaforme specializzate nella trattazione degli strumenti del trading online e nella proposizione di vantaggi e servizi su misura per soddisfare ogni tipologia di esigenza clientelare. Tra alte percentuali di guadagno, benefit promozionali e molto altro ancora, i broker sanno come accontentare le richieste del proprio pubblico di riferimento; inoltre, non mancano le postazioni (fisse o mobile) di monitoraggio per capire se la transazione posta in essere sia davvero conveniente. Una di queste è quella legata all’analisi tecnica, un coacervo di informazioni indispensabili per non sminuire le proprie ambizioni. Leggi tutto “Forex: il grafico Intermarket”

Buoni fruttiferi postali, sicurezza e convenienza nel 2016

I Buoni Fruttiferi Postali (BFP) sono una soluzione di investimento adottata diffusamente dai risparmiatori italiani, che si affidano ai servizi di Poste Italiane e della Cassa Depositi e Prestiti (i gestori di questo servizio) per ottenere delle rendite puntando su sicurezza e convenienza anche durante il 2016. Sebbene i rendimenti promessi quest’anno (e nell’orizzonte temporale a medio termine) da questo strumento siano inferiori rispetto al passato, chi detiene dei capitali in Italia tende sempre a prendere in considerazione questa opzione, per via dei costi ridotti alla quale è associata e per la sua indubbia praticità di utilizzo.

Buoni fruttiferi postali

D’altronde è cosa nota che i rendimenti di tutti gli strumenti di risparmio, a cominciare dai buoni fruttiferi postali 2016 per arrivare ai conti deposito) sono in forte calo per via del taglio del costo del denaro voluto dalla Banca Centrale Europea. Leggi tutto “Buoni fruttiferi postali, sicurezza e convenienza nel 2016”

Prestiti più vantaggiosi grazie alla Bce

Un taglio dei tassi che mai si era registrato nella storia quello avvenuto grazie a Mario Draghi. Il presidente della Bce proprio pochi giorni fa ha annunciato una forte sforbiciata riguardo i tassi d’interesse sui prestiti bancari facendo crollare la percentuale dallo 0,50 allo 0,25%. Scendono anche i tassi sui depositi marginali, anch’essi portati allo 0,25 mentre quelli sui depositi passano dallo 0,40 allo 0,30. Un’ondata di acquisizioni di azioni di compagnie, non solo bancarie, accompagneranno il tutto. Il provvedimento di Mario Draghi non poteva non avere effetti immediati sull’andamento delle borse europee.

E’ di ben quattro punti percentuale l’aumento delle quotazioni della borsa di Milano. Ma al di là delle ricadute immediate sulle borse europee quali sono le influenze di questa decisione degli organismi della Banca Centrale Europea sui consumatori? E’  la diminuzione dell’importo della rata sui finanziamenti il benefici che i consumatori del nostro paese vivranno più direttamente sulla loro pelle. Chiunque voglia sottoscrivere un prestito potrà contare su un importo mensile minore; lo stesso per i tanti che hanno sottoscritto un contratto di prestito mentre chiunque stipuli un contratto, affronterà tassi di interesse minori. Leggi tutto “Prestiti più vantaggiosi grazie alla Bce”

Come Funziona Lo Scam delle Opzioni Binarie

Le opzioni binarie sono un metodo di investimento ancora relativamente nuovo e poco conosciuto. Per questo motivo, le truffe sono sempre dietro l’angolo. Con questo articolo vogliamo parlarvi di come funziona lo scam delle opzioni binarie. “Scam” è infatti il termine inglese con cui vengono definiti i tentativi di raggiro.

opzioni-binarie

Lo scam inizia subito!

Se pensate che la vostra avventura con le opzioni binarie truffa cominci dopo che avete aperto un conto su un broker, vi sbagliate di grosso: inizia ancora prima. Molti principianti delle opzioni binarie, infatti, si lanciano sulle piattaforme di trading dopo aver visto – magari per caso – un video in cui vengono ripresi i segnali binari di trading, o magari il funzionamento di un robot di opzioni binarie.

Peccato che in alcuni casi quello stesso video è giù uno scam! Non ci vuole molto a taroccare un video in modo da far sembrare che tutte le operazioni vadano a buon fine grazie a una lettura perfetta al 100% dei vari segnali.

Lo scam delle opzioni binarie in azione

Procediamo con ordine. Lo scam delle opzioni binarie comincia quando un soggetto (o più soggetti) malintenzionato apre un sito web che sembra un broker di opzioni binarie a tutti gli effetti. Poi viene creato un software di segnali che promette una precisione del 100%, percentuale che i più sfacciati arrivano persino a garantire.

Quindi il sito viene pubblicizzato in più modi, inventandosi anche testimonianze false di persone che hanno (avrebbero) fatto soldi grazie alle opzioni binarie. Quando un malcapitato cade vittima dello scam, l’investitore perde subito il suo deposito iniziale.

A quel punto, il trader riceve una telefonata da un presunto “analista” o “broker senior”, che cerca di convincerlo a investire una cifra più importante, magari nell’ordine delle migliaia di euro, con la promessa che i suoi soldi verranno gestiti da esperti. E così si completa lo scam delle opzioni binarie. Leggi tutto “Come Funziona Lo Scam delle Opzioni Binarie”

Fenomenologia del prestito: ecco perché aumentano le richieste

I tempi attuali non sono certamente dei migliori e diverse famiglie hanno avuto modo di provare quanto sia difficile e faticoso arrivare a fine mese. Proprio a causa di queste crescenti difficoltà, si è potuto assistere a un fenomeno che ha caratterizzato gli ultimi anni: l’aumento della richiesta di prestiti. Le motivazioni sono le più diverse, ma tutte sono accomunate dalla necessità di dilazionare un pagamento che, diversamente non ci si potrebbe permettere.

Si va dalle giovani coppie che devono acquistare i mobili per la casa e che non hanno la possibilità di pagare in un’unica soluzione, alla famiglia che deve acquistare i libri di scuola o un pc al proprio figlio, oppure al pensionato che per pagare le utenze non può contare solo sulla sua pensione. Insomma, la richiesta dei prestiti è aumentata in modo quasi esponenziale. Purtroppo, oltre a chi ne fa un buon uso, ci sono molte persone che non riescono a calcolare le capacità di spesa in base ai propri introiti e finiscono per essere annoverati tra le schiere dei cattivi pagatori. Leggi tutto “Fenomenologia del prestito: ecco perché aumentano le richieste”

Borse, continua il crollo: pesa il prezzo del petrolio

Una situazione davvero critica quella delle borse in tutto il mondo. Una serie di ribassi ha interessato i listini europei ed asiatici. E’ il prezzo del petrolio a pesare sull’andamento delle borse di tutto il mondo. Sono i listini europei a pagare, più degli altri, il crollo del prezzo del barile. Ben 260 miliardi di capitalizzazione andai in fumo nel vecchio continente. Milano non se la passa di certo meglio rispetto agli altri con una perdita i oltre tre punti percentuali. Ed ecco che i guadagni delle due settimane del 2015 sono stati bruciati in poche ore.

borse

Quarantasei miliardi di capitalizzazione sono andati in fumo a Piazza Affari mentre Parigi ha registrato un calo del 2,38% con Renault che continua a sprofondare con un meno 3,4%; un ribasso che segue i quasi nove punti percentuali persi nella giornata di giovedì. Anche la borsa tedesca in profondo rosso con una perdita del 2,54% mentre Londra perde quasi due punti percentuali (1,93%) con il crollo dei titoli minerari.

Leggi tutto “Borse, continua il crollo: pesa il prezzo del petrolio”

Assicurazione Auto: caos nei controlli, arriva nuova circolare del Ministero

Uno dei provvedimenti di maggiore importanza nel campo dell’assicurazione auto ha riguardato il tagliando che non sarà più obbligatorio sui parabrezza delle auto circolanti nel nostro paese. Il controllo sulla reale copertura assicurativa viene infatti realizzato dai dispositivi elettronici in grado di monitorare le varie automobile attraverso la targa risalendo alla sottoscrizione, o meno, della polizza RC auto. Un sistema che sembrerebbe perfetto e soprattutto veloce, ma che, purtroppo, potrebbe riscontrare delle difficoltà, almeno nella fase iniziale. Un recente avviso è stato inviato direttamente del Ministero dell’Interno che ha avvisato che, per evitare di incorrere in spiacevoli episodi, è utile portare con sè anche il certificato di avvenuto pagamento, oltre al sempre obbligatorio certificato di assicurazione.

assicurazione

Il problema è molto semplice: i database delle banche dati che potrebbero non essere in grado di certificare l’avvenuto pagamento della polizza. Insomma l’ennesima confusione tra pasticci burocratici e mancanza di strumenti adatti. A complicare ancora di più la situazione c’è un altro fattore: la difformità di copertura oltre la scadenza offerta dalle singole compagnia assicurative. In sostanza si è scoperti che non tutte le assicurazioni garantiscono la copertura assicurativa dopo quindici giorni dalla scadenza, ma vanno oltre. Leggi tutto “Assicurazione Auto: caos nei controlli, arriva nuova circolare del Ministero”