Confronto assicurazioni

Per ottenere una polizza vantaggiosa a basso prezzo, che rispecchi tuttavia i nostri requisiti e le nostre esigenze, è necessario confrontare attentamente le proposte offerte dalle numerosissime compagnie, che spesso differenziano i prezzi anche da sede a sede, nello stesso gruppo. Cosa si può fare quindi per ottenere un resoconto generale delle varie possibilità, senza perdere molto, ma allo stesso tempo con risultati chiari e soddisfacenti ? E’ necessario richiedere un preventivo, attraverso degli appositi “motori di ricerca” del settore, avendo a portata di mano alcuni dati personali ed ovviamente quelli del veicolo quali numero di targa, data conseguimento patente e attestato di rischio di precedenti compagnie.

Leggi tutto “Confronto assicurazioni”

l’IMU

Nella recente normativa, per quel che riguarda l’ambito della manovra finanziaria 2011 per il risanamento dei conti pubblici e per il pareggio di bilancio dello Stato, è stata inserita una nuova tassa sull’abitazione, definita “Imposta Municipale Unica“. Con l’abbreviativo di IMU, il tributo somiglia per caratteristiche e finalità alla vecchia ICI, rimossa poi dal governo Berlusconi per diminuire il prelievo fiscale nelle tasche degli italiani, ed è stata praticamente reinserita adesso dalla legislatura di Monti con rincari, a seguito della variazione del valore catastale delle case che è praticamente schizzato alle stelle.

Leggi tutto “l’IMU”

Il broker assicurativo

Meglio conosciuto come intermediario o mediatore, il broker assicurativo è un libero professionista che si occupa di mediare tra il cliente ed il variegato mondo delle assicurazioni. Non essendo legato ad alcuna compagnia, permette di ottenere le migliori soluzioni in base alle esigenze del cliente, ed è ufficialmente riconosciuto dallo Stato come figura professionale che aiuta i consumatori nella scelte delle varie polizze, assistendoli nella firma, nella gestione e nell’esecuzione del contratto. Questa particolare tipologia di lavoro non è molto conosciuta in Italia, anche se comunque sono in continua crescita le richieste di contatto da parte dei clienti.

Leggi tutto “Il broker assicurativo”

Il prestito d’onore

I giovani che hanno l’intenzione e la voglia di avviare un’attività imprenditoriale, da alcuni anni hanno la possibilità di ricorrere al prestito d’onore, formato da un fondo che raccoglie eventuali capitali rimasti inutilizzati da precedenti sovvenzionamenti, sia a livello nazionale che europeo. Ciò consente di dare un’agevolazione economica piuttosto completa per soddisfare i costi di apertura di un’attività o impresa, in particolar modo per quel che riguarda franchising, lavoro autonomo e microimprese. Ovviamente è necessario presentare il progetto e l’idea inerente alla nuova attività presso una specializzata commissione, che solo dopo l’approvazione sbloccherà i fondi.

Leggi tutto “Il prestito d’onore”

Prestiti cambializzati

La normativa vigente offre a coloro i quali hanno difficoltà nel chiedere denaro, la possibilità di accendere dei finanziamenti o prestiti cambializzati. La particolarità di questo tipo di accesso al credito consiste nel pagamento delle rate mensili, che a differenza delle normali procedure, vengono riscosse attraverso le cambiali, titoli di credito che offrono la possibilità di pignoramento qualora non vengano saldati. Pertanto ciò assicura una garanzia al creditore, in particolar modo per le persone già protestate o comunqe segnalate al Crif o in altre banche dati come cattivi pagatori.

Leggi tutto “Prestiti cambializzati”

Il doppio quinto

Riservato ai dipendenti statali con un contratto a tempo indeterminato ed ovviamente uno stipendio fisso, il doppio quinto consente di ottenere un altro prestito o finanziamento affiancato alla semplice cessione del quinto, nel caso di esigenze particolari di immediata liquidità o per colmare dei debiti di somme particolarmente ingenti. In questo modo è possibile richiedere fino ad un prelievo di 2/5 dello stipendio, come similmente avviene per il prestito delega, che in questo modo consente di poter elargire più denaro. Ovviamente per i dipendenti pubblici e privati è richiesto l’inquadramento a ruolo e l’assunzione a tempo indeterminato mentre per i pensionati pubblici e privati è necessario che il prestito termini entro i 75 anni di età, considerata come data ultima prima della soglia a rischio che prevede ingenti spese assicurative per la copertura in caso di morte del debitore.

Leggi tutto “Il doppio quinto”

Surroga del mutuo

La vigente normativa offre la possibilità di surrogare il mutuo, al fine di accedere a dei vantaggi o miglioramenti che possano meglio essere graditi dal consumatore. Infatti, spostando letteralmente il proprio mutuo da una banca ad un’altra è possibile ottenere delle condizioni contrattuali migliori, con delle rate più basse e magari con tassi di interesse minori, al fine di risparmiare e “respirare” meglio, soprattutto in periodi di crisi come questo. Ovviamente anche l’eventuale ipoteca sulla casa sarà trasferita al nuovo istituto di credito, che si impegnerà a contrarre il mutuo acquisendo l’mporto esatto del debito residuo, proveniente dal precedente creditore.

Leggi tutto “Surroga del mutuo”

Consolidamento debiti

La vigente normativa, insieme alle proposte offerte da numerosi istituti di credito, offre la possibilità di ottenere un prestito per il consolidamento dei debiti, accorpando appunto tutte le rate di eventuali altri finanziamenti o prestiti e consentendo ovviamente una spesa minore mensile, allungando però i tempi per estinguere il dovuto. In questo modo, in un’unica spesa si pagano tutti i debiti, avendo inoltre la possibilità di chiedere ulteriore liquidità ed ovviamente di pagare le passività dovute ad eventuali altri creditori.

Leggi tutto “Consolidamento debiti”

La cessione del quinto

La cessione del quinto è un prestito personale, fra i più diffusi, che per mezzo della cessione di un quinto dello stipendio appunto come rata fissa mensile, consente l’accesso al credito fino a diverse decine di migliaia di euro, proprio grazie al fatto che le rate vengono automaticamente prelevate dalla busta paga, che abbinata ad un contratto a tempo indeterminato, dovrebbe poter garantire facilmente la copertura del denaro anche per cifre piuttosto elevate. Ovviamente possono richiedere questa tipoligia di prestito coloro i quali hanno un cedolino fisso, cioè sono dei lavoratori dipendenti o impiegati statali, e la durata massima non può superare 10 anni.

Leggi tutto “La cessione del quinto”

Prestiti Inpdap

L’inpdap, che rappresenta l’istituto previdenziale per i dipendenti pubblici, offre, tra l’altro, ottime alternative ai prestiti tradizionali erogati dagli istituti di credito (banche) o dalle società finanziarie. I prestiti INPDAP vanno a soddisfare larghe esigenze di credito, acquisto auto, acquisto della casa, piccoli prestiti per malattia o per matrimonio del figlio, acquisto della casa da parte di un figlio, ristrutturazione dell’immobile o altre svariate tipologie. I prestiti sono erogati in base alla disponibilità in bilancio dell’Istituto, ma può essere erogato anche da banche che hanno stipulato un’apposita convenzione e quindi applicheranno ai dipendenti pubblici richiedenti, i tassi e le condizioni pattuite con l’inpdap. L’Inpdap possiede un proprio fondo, denominato Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. Tale fondo viene alimentato, o meglio finanziato, con delle specifiche trattenute sullo stipendio o con le pensioni di coloro che hanno aderito volontariamente, facendone espressa richiesta con l’utilizzo di apposita modulistica. L’adesione è possibile per tutti gli iscritti all’Inpdap a fini pensionistici, ma anche a tutti i dipendenti statali e pubblici anche se iscritti ad altri istituti pensionistici.

Leggi tutto “Prestiti Inpdap”