Cos’è la teoria delle onde di Elliott?

Ralph Nelson Elliott lavorava come professionista contabile e commerciale, fino a quando non contrasse una malattia nell’America centrale, che lo portò al pensionamento anticipato all’età di appena 58 anni. Con una notevole quantità di tempo a sua disposizione, il signor Elliott iniziò a studiare 75 anni di comportamento dei mercati azionari nei primi anni del 1900 per identificare modelli di prezzi annuali, mensili, settimanali, giornalieri, orari o minuti.

Verso la fine del 1934, il signor Elliott aveva sviluppato una teoria, definendola con il nome di Wave Theory (teoria delle onde), che presentò a Detroit al consiglio d’investimento di Charles J. Collins. Il signor Elliott riuscì a convincere Mr. Collins, con una serie di previsioni a breve termine, che lo convinsero dell’efficacia della sua teoria.

“The Wave Principle” fu pubblicato nell’agosto del 1938 come collaborazione tra il signor Elliott e Mr. Collins. Negli anni successivi, la Teoria delle Onde fu perfezionata per includere i principi del rapporto di Fibonacci, e Mr. Elliott pubblicò infine ‘Nature’s Law – The Secret of the Universe’. Le onde di Elliott sono ormai onnipresenti tra i tecnici di mercato e vengono utilizzate nel processo decisionale.

“The Elliott Wave Principle” è una descrizione dettagliata di come si comportano i gruppi di persone, secondo Elliott Wave International. A differenza di molti altri sistemi di trading, le onde di Elliott cercano di identificare mosse probabili, piuttosto che determinate in una direzione ben precisa. I trader devono valutare la probabilità individuale di ogni situazione in considerazione ad altri fattori tecnici e fondamentali che potrebbero entrare in gioco.

In pratica, i tecnici di mercato che utilizzano le onde di Elliott cercano modelli specifici in un prezzo azionario. Le onde impulsive sono movimenti di prezzo con la tendenza più ampia, che possono essere scomposte in cinque sotto-onde. D’altro canto, le ondulazioni correttive sono movimenti di prezzo contro la tendenza più ampia, che possono essere scomposte in tre sotto-onde. Questi modelli si combinano in strutture a cinque e tre onde. Leggi tutto “Cos’è la teoria delle onde di Elliott?”

Come donare denaro a parenti e familiari evitando le sanzioni fiscali

Donare denaro a parenti e amici evitando sanzioni di natura fiscale è importante in quanto per una piccola donazione a volte si rischia molto, dal punto di vista economico. Per questo motivo sarà bene organizzare in maniera adeguata il pagamento o la restituzione dei fondi ricevuti. In caso contrario, si potrebbe incappare in pesanti sanzioni da parte dell’Agenzia delle entrate. Se ad esempio dovete restituire dei soldi di un finanziamento infruttifero, oppure volete donare una cifra ai vostri parenti, allora dovete necessariamente seguire delle norme.

È obbligatorio fare in modo che la cifra sia tracciabile perciò dovrete optare per il bonifico bancario anche se si tratta di cifre di un importo modesto. Se invece si tratta di una cifra più grande, allora sarà necessario formalizzare tutto davanti ad un notaio. Le parti in più devono chiarire in maniera adeguata e specifica, quali sono le motivazioni di questo scambio economico anche se si tratta di familiari. In caso di donazione di un valore basso, basterà il bonifico e la specifica oppure la copia della scrittura privata tra le parti che chiarisce il perché di questo pagamento. Invece se la cifra è più grande allora il discorso cambia. Con cifre piccole e donazioni irrisorie magari in occasioni liete come compleanni, matrimoni o cose simili, è bene scrivere sempre delle diciture ben lineari come “regalo per la zia”, “dono per mio padre” ecc, evitando invece di riportare diciture come “gesto di riconoscenza….”. Leggi tutto “Come donare denaro a parenti e familiari evitando le sanzioni fiscali”

Trading online, quali le piattaforme più famose

In questi ultimi anni, uno degli effetti prodotti dall’espansione di internet e dei computer nel settore finanziario, è stato lo sviluppo considerevole del cosiddetto trading online. Questo non altro che un’attività di compravendita di vari prodotti di natura finanziaria, come ad esempio titoli, valute, materie prime, azioni ed obbligazioni, effettuata tuttavia tramite internet appunto e piattaforme online specifiche.

Diverse sono le strategie che gli operatori di questo settore possono adoperare per acquistare e vendere tali prodotti sui diversi mercati, da quelle più tradizionali ma con rendimenti ridotti fino a quelle maggiormente speculative e redditizie ma più rischiose. Tali attività finanziarie possono essere svolte dai singoli operatori per interesse o profitto personale oppure per conto di agenzie d’investimenti.

E proprio la facilità di accesso a questo tipo di attività permette il suo svolgimento sia a professionisti del settore, magari con conoscenze accademiche specifiche, e sia a semplici principianti appassionati. Questi soggetti, come dicevamo, possono operare sui vari mercati attraverso diverse piattaforme online, andiamo a scoprire quindi quali siano quelle più famose, per persone con o senza particolare esperienza nel settore. Leggi tutto “Trading online, quali le piattaforme più famose”

Conto deposito ad alto rendimento: oggi è finalmente possibile

Ormai da qualche anno i conti deposito hanno destato l’interesse dei risparmiatori, attirati dall’idea di poter investire i propri soldi in modo davvero molto semplice e in tutta sicurezza. A differenza di ciò che accade solitamente per gli investimenti di stampo più classico, per investire in un conto deposito non c’è bisogno di essere degli esperti di finanza né di fare affidamento su intermediari o simili. Potrete investire infatti in modo del tutto autonomo e semplice, versando i soldi che volete far fruttare sul vostro conto deposito.

A quel punto non vi resta che attendere. Una volta scaduto il tempo scelto per il vincolo, potrete di nuovo disporre dei vostri soldi come meglio preferite, avendo ottenuto un guadagno. Il problema però sino ad oggi è stato la difficoltà di trovare un conto deposito alto rendimento. Tutti i conti disponibili offrivano infatti tassi di interesse anche piuttosto interessanti, ma quasi mai fissi: questo comportava la possibilità di vederli scendere da un momento all’altro, anche in modo del tutto imprevedibile, e di vedere quindi il proprio investimento perdere valore.

La novità più interessante del settore

C’è però una novità che sta cambiando le carte in tavola. Stiamo parlando di Esagon. Esagon è il conto deposito ad alto rendimento che permette di accedere infatti ai tassi di interesse più elevati del settore: niente meno che infatti sino al 3,15%. Non solo, il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del vincolo e questo significa niente sorprese, la certezza di sapere sempre quali interessi sono maturati e quale sia alla fine dell’investimento il vantaggio economico che siete riusciti ad ottenere. Leggi tutto “Conto deposito ad alto rendimento: oggi è finalmente possibile”

Assicurare l’auto: farlo online conviene?

Assicurare l’auto online permette di ottenere dei vantaggi immediati, tra cui costi inferiori, procedure amministrative semplificate e gestione online dei pagamenti. L’unica accortezza è rivolgersi sempre ad agenzie online conosciute e certificate che siano in grado di garantire la massima sicurezza agli assicurati. Solo in questo modo è possibile sopperire alla mancanza del contatto diretto con l’agente assicurativo. Qui sotto un piccolo elenco dei vantaggi ottenibili stipulando un’assicurazione online.

Personalizzazione della polizza auto

La facilità di richiesta dei preventivi favorisce la personalizzazione delle polizze. Recarsi in una agenzia fisica significa avere a disposizione esclusivamente le proposte di quella compagnia. Affidarsi invece al web consente di valutare un ampio ventaglio di polizze e di richiedere preventivi personalizzati, con tutte le opzioni adatte alle proprie necessità. Bisogna solo fare attenzione all’indennizzo diretto. Dal 2007, infatti, il risarcimento al danneggiato non viene più corrisposto dalla compagnia della controparte. Chi è stato vittima di un sinistro deve richiedere il risarcimento alla propria compagnia e non più a quella del responsabile del sinistro.

Questa modifica è stata introdotta per velocizzare l’erogazione dei risarcimenti ed è stata possibile grazie ad un accordo tra le compagnie assicurative. L’indennizzo diretto non viene applicato in caso di incidente in cui sono coinvolti più veicoli e in caso di incidente con macchine dotate di targa straniera. Leggi tutto “Assicurare l’auto: farlo online conviene?”

Trading online per principianti, le linee guida per iniziare

Auando sentiamo parlare di trading si intendono tutte quelle negoziazioni nelle quali viene investito denaro, generalmente, in Borsa e nei mercati finanziari con l’obiettivo di ricavarne profitto. Se prima c’erano solo i broker che facevano trading, da quando è stato approvato il nuovo regolamento Consob, si è iniziato a parlare anche di trading online. In questo caso, i trader possono acquistare e vendere titoli su piattaforme online. Questo tipo di trading è una vera e propria rivoluzione perché consente di lavorare semplicemente con una connessione internet e un pc, che sia in ufficio o semplicemente a casa. E all’interno di questa rivoluzione chiunque può cimentarsi in questo campo.

Come iniziare con il trading

Per fare trading online ci sono diverse piattaforme che, previa iscrizione, permettono di operare con un account personale dove è stata caricata la somma che si vuole investire. La maggior parte delle piattaforme mette, inoltre, a disposizione la possibilità di fare pratica con una versione demo gratuita. Nel trading, online e in generale, è importante avere le competenze adeguate, ma anche tanta pratica, dal momento che terminato il periodo di rodaggio sul demo gratuito, le operazioni che si andranno a contemplare saranno effettuate con soldi veri.

Il trading non è un gioco

Leggi tutto “Trading online per principianti, le linee guida per iniziare”

Forex: il più grande mercato finanziario del mondo

Il nome Forex non è altro che l’abbreviazione della più lunga definizione Foreign Exchange Market, la cui traduzione è “mercato valutario internazionale”. Il sistema si compone di diversi elementi. Ma in linea generale, uno scambio di monete nel trading avviene attraverso la compravendita di una coppia di valute. L’investitore andrà a guadagnare dalla differenza di valore tra le valute stesse, che in gergo finanziario viene chiamata tasso di cambio. Un tempo, questo valore era fisso. Dopo una serie di accordi internazionali, il tasso di cambio è stato reso fluttuante. E ciò ha consentito agli investitori di speculare sulle valute, con ottime possibilità di guadagno.

Forex: caratteristiche generali e funzionamento

Come detto, la valute si negoziano sempre a coppie. Ad esempio, uno degli asset maggiormente commerciati è rappresentato dalla coppia EUR/USD (Euro, Dollaro Statunitense). In questo caso, la moneta unica è la valuta principale. E il tasso di cambio è dato dalla quantità di Dollari che occorrono per acquistare 1 euro.

Per semplificare, se il tasso di cambio per la coppia in questione è fissato a 1,234, significa che 1 euro vale 1,234 dollari. Qualora l’investitore, dopo un’accurata analisi di mercato, ritiene che questo valore possa aumentare, procederà con l’acquisto della coppia. In caso contrario eseguirà una vendita. Il tasso di cambio è un valore che si modifica in continuazione. Condizionato da tanti fattori. La situazione politica dello Stato di riferimento, una calamità naturale, uno scandalo economico, e così via. Leggi tutto “Forex: il più grande mercato finanziario del mondo”

Tipografia Online, qualità e convenienza

Conoscere il meccanismo di funzionamento di una tipografia online è un ottimo modo per scoprire le numerose potenzialità che il mondo di Internet mette a disposizione dei suoi utenti. Rispetto a un’azienda di stampa tradizionale, una tipografia online garantisce numerosi vantaggi sia dal punto di vista economico che dal punto di vista pratico, tra i quali vale la pena di menzionare in primo luogo la tempestività dei servizi offerti. Sono diverse le stazioni di lavoro che vengono chiamate in causa, e ognuna di esse è correlata all’altra, come in una catena in cui tutti gli anelli si tengono tra loro.

Ecco, quindi, la sezione dedicata alla produzione, la sezione relativa al servizio clienti, la sezione logistica, la sezione per i servizi di pre stampa e la sezione per le informazioni web: ciascuna di esse prevede una organizzazione accurata e procedure tecniche specifiche, tra le quali la più importante può essere individuata nel cosiddetto configuratore di prodotto. Quest’ultimo non è altro che uno strumento per l’assistenza diretta agli utenti in funzione del quale il lavoro di stampa può essere definito con la massima precisione e, inoltre, si ha l’opportunità di calcolare un valore finale tenendo conto della scelta di determinate peculiarità. Leggi tutto “Tipografia Online, qualità e convenienza”

Utilizzo Bande di Bollinger: Bandwith e Squeeze

Le Bande di Bollinger è un indicatore finanziario molto consolidato e affidabile nel trading online, soprattutto se integrato da altri indicatori tecnici. L’utilizzo delle Bande di Bollinger è molto ampio, soprattutto quando si desidera sfruttare la volatilità di mercato. Tra gli elementi che caratterizzano le bande di Bollinger e la loro interpretazione si citano anche il bandwidth e l’effetto squeeze, che andiamo a vedere nel dettaglio.

L’effetto squeeze

Le bande di Bollinger sono composte da tre linee parallele tra loro che seguono l’andamento altalenante dei prezzi. Quando la banda superiore e inferiore sono molto ravvicinate tra loro prima dell’esplosione di volatilità si produce il fenomeno chiamato “squeeze” (lett. “schiacciamento”, strettoia), vale a dire che i prezzi camminano sulle bande per diverse sedute al limite della banda inferiore o superiore (a seconda che si tratti di un trend rialzista o ribassista). Questo è da interpretare come un segnale di forza del trend, ma non come un segnale opportuno di trading per aprire posizioni che siano sul lungo o corto periodo, ma ideale per chi pratica scalping o instant trading. Un trend così forte indica che presto la situazione “esplode” e cambia evolvendosi in direzione opposta. Un indicatore che si può abbinare alle Bande di Bollinger a conferma di questo fenomeno è l’oscillatore CCI (Commodity Channel Index). Leggi tutto “Utilizzo Bande di Bollinger: Bandwith e Squeeze”

Finanziamenti a fondo perduto

Cosa sono i prestiti a fondo perduto

In un momento storico estremamente complesso come quello che stiamo vivendo diventa fondamentale per le aziende sapersi districare tra le possibilità che il mercato offre e sui, pochi ma essenziali, aiuti che l’economia pubblica riesce ancora ad erogare.

Uno strumento essenziale dedicato alla crescita ed allo sviluppo delle imprese, specialmente nei settori riguardanti l’innovazione tecnologica ed il risparmio energetico, ma anche il sostegno all’occupazione e la capacità di penetrazione nel mercato mondiale, è quello costituito dai finanziamenti a fondo perduto.

I prestiti a fondo perduto sono delle agevolazioni dedicate alle imprese, o ad alcune tipologie di privati, il cui capitale non deve essere restituito al creditore: si tratta di strumenti messi a punto dalla finanza pubblica per stimolare determinate categorie aziendali e darle slancio nel mercato.

I finanziamenti a fondo perduto riguardano però interventi mirati e ben precisi, i cui confini sono ben delineati dai bandi che ne regolano l’accesso: questo significa che tali soldi possono essere spesi esclusivamente per le finalità per cui vengono erogati e che in nessun modo possono essere spesi a piacimento dell’azienda. Bisogna inoltre sapere che per tali fondi è prevista una severa rendicontazione delle spese sostenute, il che implica la massima trasparenza nell’uso che viene fatto con tali finanziamenti.

Per completezza dell’informazione è utile sapere che esistono anche altre tipologie di finanziamento a fondo perduto che prevedono una compartecipazione del beneficiario: questo significa che se un progetto vale 100, il finanziamento coprirà solo una parte dello stesso, lasciando a carico del destinatario del contributo la restante parte.

Finanziamenti a fondo perduto europei e statali

I prestiti a fondo perduto più corposi sono quelli messi a disposizione dall’Unione Europea, nonostante la consistenza di tali somme è però molto difficile ottenerli, sia per una scarsa pubblicizzazione di queste opportunità, sia per un’oggettiva complessità delle pratiche previste per ottenerli. Se si vuole sfruttare l’opportunità messa a disposizione attraverso i bandi comunitari diretti è consigliabile affidarsi a consulenti specializzati che possano non solo monitorare l’uscita dei bandi ma anche seguire l’intero iter della richiesta, preparando la documentazione necessaria e scrivendo il progetto da presentare. Leggi tutto “Finanziamenti a fondo perduto”